Cocktail Audio X14 – Streamer COMPLETISSIMO!



Oggi vi presento un prodotto secondo me davvero interessante ed intelligente, parliamo del Cocktail Audio X14, l’ultimo streamer digitale di casa Cocktail che ci permette di fare davvero di tutto! Inoltre vi parleremo di come utilizzare Tidal su questo dispositivo in maniera facilissima.

Cocktail Audio X14 è il nuovo Sistema Audio HiFi All-in One comodo e compatto, Music Server per musica liquida in alta risoluzione HD Music 24bit/192KHz, DSD64, DSD128, MQA (Master Quality Authenticated), DXD, Bluetooth aptX, Schermo 5″ LCD, Amplificatore 2×30 Watt Classe D, Supporto DLNA, AirPlay, Spotify Connect, Tidal, Deezer, Qobuz, Napster. Capace effettuare il ripping di CD Audio (con lettore CD opzionale), database musicale MusicDB. Cpu 1Ghz Dual Core ARM9 Cortex, Porte USB 3.0. Accetta Hard Disk S-ATA fino a 8TB (anche SSD) da 2.5″ e 3.5″.
disponibile

Cocktail Audio X35:
Cocktail Audio X50:
Cocktail Audio X12:

Per info riguardo prezzi, disponibilità ed altro: info@audiocostruzioni.com

Sito web:

Facebook:
Instagram:

source: https://fumceunice.org

Xem thêm các bài viết về Giải Trí: https://fumceunice.org/category/giai-tri/

28 thoughts on “Cocktail Audio X14 – Streamer COMPLETISSIMO!

  1. Buon giorno! Anche io sono passato dai "CASSETTONI" di 30 kg a componenti molto piu compatti e moderni……che dire non sono affatto pentito! Viva il nuovo!!!

  2. I prodotti della Cocktail Audio mi hanno sempre intrigato; sarebbe interessante una comparazione con lo streamer della Denon o quello della Marantz. Domanda: accetta hard disk formattati con NTSF o è vincolato al FAT32?

  3. Trovo che chiunque si ostini ad insistere sul formato fisico come CD o vinile rispetto ai servizi di streaming, si stia perdendo la parte più bella di questa nostra passione : scoprire un mondo di musica nuova, fresca, originale e ben suonante.
    Sono del parere che NESSUNO dovrebbe lasciare il passo a queste tecnologie. Danno un contributo ENORME alla qualità della propria vita oltre che alla cultura musicale che se perpetuata invece con i classici ascolti in formati fisici, non ci si riuscirebbe a fare manco in un paio di vite vissute. Io uso Spotify premium perché lo trovo più completo di contenuti e artisti rispetto a Tidal, e ogni volta mi faccio cullare dai loro algoritmi tarati sui miei gusti musicali. Grazie a loro ho scoperto tanta di quella bella musica che non saprei manco dove metterla se fosse in vinile (senza contare che ormai molte produzioni sono così di nicchia che si trovano solo in formato liquido e non fisico)
    Ogni tanto, gli album che mi ritrovo ad ascoltare più spesso, li cerco anche in vinile e se li trovo me li compro per sfizio personale e potermeli gustare anche sul giradischi che regala sempre un piacere ancora più grande…ma senza servizi come Spotify, sarei ancora fossilizzato ad ascoltare sempre i soliti dischi…con tutte le frustrazioni del caso.

  4. Complimenti ad entrambi, sarebbe molto interessante fare un video sulla musica ad alta risoluzione dsd e quali programmi usare per riprodurli con il pc.

  5. ciao davide, tuo figio e' perfetto per gli approfondimenti piu' digital… cmq stavo per prendere anche io questo prodotto l'anno scorso ma poi ho fatto 2 conti… a me serviva solo la sorgente streamer da collegare a SSD locale… il coktail ha pure DAC e ampli che non avrei usato… quindi ho optato per streamer Yamaha… lo consiglio a tutti… specialmente la app, veloce e aggiornata ogni mese…

  6. Da "vecchiardo", continuo a preferire il suono del vinile, possibilmente letto da un'ottima testina MC. Non disdegno i CD e soprattutto i SACD, ma rimarrò analogista tutta la vita.

  7. Io le stesse cose le faccio con il mio Ipad che ho collegato al mio amplificatore con ingresso usb/b e con le app scaricate di tidal e Spotify e radio internet ascolto la musica dalla rete e poi con il mio cellulare che si connette al ipad comando tutte le funzioni comodamente dalla poltrona 🎵😉

  8. Come è curioso il mercato. Si, mercato perché è questo l’unico motore che spinge la costruzione di simili apparecchi. Il mercato e l’ignoranza delle persone ma in senso buono, la non conoscenza. La moda dei giradischi con vinili creati da master digitali oppure ora come in questo caso “lettori di rete” che fanno la stessa cosa che poteva già fare un telefonino ma mica oggi, dieci anni fa. Amplificatore in classe d chip da tre soldi dentro che suona talmente spento e chiuso che dopo mezz’ora ti addormenti. File “hi res” che sono un’altra mega bufala di questi ultimi due tre anni. In tutto ciò sapete chi ci perde? Noi, inoltre Chi ci perde veramente è l’arte, la musica. Che viene degenerata a mero commercio. La musica nasce per scavare in profondità nelle persone, qui è diventata solo il caprio espiatorio di persone che vogliono accontentare la loro bramosia di materialismo e nichilismo. Insieme a zero studio di elementi di acustica e non sia mai dio educazione musicale. Non ce l’ho con te davide tu fai il tuo lavoro e lo sai ti seguo e ti rispetto da sempre. Questo messaggio serve a preservarci, a difenderci da questa ondata di globalizzazione che vuole conquistare anche il nostro settore. Vuole denigrare la bellezza della nostra musica. Da studioso di musica e appassionato seriamente di acustica mi sento chiamato in causa. Ciao.

  9. Bravo Matteo ! Pur rimanendo assolutamente un vinilista , mi piacerebbe un video di consiglio fra Tidal e Spotify per ascolto in cuffia . Quale abbonamento conviene visto le differenze di prezzo . Amazon music unlimited mi dicono che come qualità e’ inferiore . Ormai i video della Sbisa’ family sono per me dei must . Prima o poi arrivo a Carpi

  10. Ciao Davide… Mi dispiace dirlo, ma tuo figlio ti sta facendo le scarpe. Complimenti per il modo spettacolare con cui sa spiegare le cose. Unico appunto, usate un microfono da vlogger e siete a posto. Grandissimi!!!

  11. Recensisci Streamer di rete più economici (tipo quello onkyo, pioneer, marantz). E fai intervenire più spesso tuo figlio che è più bravo. Senza offesa Ahahah..

  12. Al momento per gli ascolti resto troppo affezionato al mio lettore cd ma il prodotto proposto è interessante per versatilità, chissà magari in futuro un pezzo di questo genere me lo comprerò … Ottimi Davide e Matteo come sempre nelle spiegazioni.

  13. Complimenti alla famiglia Sbisà, sempre video ottimi e comprensibili 😉
    P.S. attendo volentieri per il video dove paragonate il suono del cd a Tidal hifi

  14. Complimenti a Davide e Matteo nell'introdurre uno strumento innovativo che ci permette di arricchire la nostra discografia

  15. Bella Davide, che casse accoppiare ad uno strumento come questo( riproduttore di musica liquida)tenendo in considerazione il piccolo amplificatore in classe d integrato,ps puoi sbizzarrirti senta tetto di budget tanto credo che i prezzi per le casse accoppiabili siano relativamente contenuti.Sarebba bella una comparativa con "ONKYO CR-N775D.

  16. buonasera. questo è il presente ed il futuro. e tanti saluti ai vecchiardi come me. video interessante. bravi ad entrambi.

  17. Saluti ad entrambi, sarebbe utile conoscere anche i modelli più grandi anche formato 43 standard possibilmente grazie mille

  18. Dai Matteo dacci dentro con i video su Tidal. Non ho ancora fatto un abbonamento e vorrei approfondire prima di scegliere 😏 grazie

  19. Ciao Davide e Matteo, che dire… Quí abbiamo un prodotto davvero superbo, molto interessante! sicuramente da provare, molto comodo e pieno di funzioni. Io pur essendo fedele ai "vecchi" impianti Hi-fi per tanti motivi che sai anche tu Davide, non escludo queste grandi novità, sono sempre curioso quando si tratta di cose del genere. Un bel prodotto perfetto da mettere in camera visto le sue dimensioni, dovrei comunque testarne personalmente il potenziale e la qualità. Grazie grande Davide e grazie a tuo figlio Matteo che è in gamba come te, competentissimo, complimenti 👏👏👏😉 bel video! Like e vi auguro una buona domenica sera, alla prossima, ciao!! 😉👍

  20. Un saluto a Davide e Matteo e complimenti per il video spiegato in maniera chiara ed esaustiva. Il prodotto proposto oggi è veramente molto interessante, direi che per chi vuole fare il primo impianto e non ha cd o vinili è uno dei migliori prodotti completi finiti (per musica liquida). Certo ci sono tante soluzioni fai da te.. ma poi chi non sa fare come fa? Ecco che viene in aiuto Cocktail Audio. Con la perfetta intrgrazione ai servizi di streaming si ottiene una facilità d'utilizzo impressionante e comunque di ottima qualità. Inoltre gestione da smartphone e telecomando molto comoda. Ciao da Enrico!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *